sabato 2 gennaio 2010

Confusione....

Sì, sono in completa confusione... Nella mia testa padroneggia solo tanta confusione...
Pensieri che si sovrappongono e finiscono sempre in quel grande, enorme punto interrogativo, pensieri che sfociano in lunghi pianti che so perfettamente che non portano da nessuna parte, ma che ormai sono diventati incontrollabili...
Ho parlato con la dottoressa che al momento segue madre: la situazione è grave.
Anche se a poco a poco si sta riassorbendo l'emorragia cerebrale, mia madre non è più autosufficiente.
Ora le stanno facendo un po' di fisioterapia, provano di metterla a sedere, ma ci vorrà tanto, tantissimo tempo perchè riesca a recuperare almeno un pochino l'uso degli arti.
In sostanza verrà dimessa dall'ospedale a metà gennaio perchè loro non possono più fare nulla.
Sono rimasta impietrita quando la dottoressa mi ha consegnato il certificato di invalidità dicendomi che dovrà essere seguita, quando rientrerà a casa, 24 ore al giorno da una persona qualificata perchè lei, da sola, non sarà in grado di fare nulla.
E' stato un pugno dritto nello stomaco che ancora mi fa tanto male.
Ora bisognerà organizzare tutto prima del suo rientro a casa e io non posso credere che sia vero, non posso credere che questa sia la realtà.
Mi sono sempre considerata una persona forte, purtroppo da sempre allenata alle difficoltà della vita; è da quando avevo 13 anni che mia madre ha iniziato il suo calvario dentro e fuori dagli ospedali, e in questi ultimi cinque anni è stato un susseguirsi di brutti eventi, ma questa volta non riesco proprio a capacitarmi, non riesco a reagire, non so come reagire, anche perchè il peggio deve ancora arrivare.
Ora so che è all'ospedale e che per qualsiasi cosa ci sono persone specializzate che possono aiutarla, seguirla, ma quando sarà a casa questa sicurezza svanirà ed ogni minuto della mia giornata sarà un punto interrogativo, una preoccupazione, uno stato continuo di agitazione...
E se ora io sono in questo stato, come farò a convivere con questo incubo?
Il mio morale è a terra, le mie energie sembrano terminate, faccio fatica a parlare, a ricordarmi le cose. Cerco di fare mille cose per tenere distratta la mente, ma alla fine non concludo niente di buono...
So che non sono sola, che posso contare sull'appoggio di tutte voi che vi preoccupate per me, che mi telefonate, mi scrivete, mi inviate sms, che cercate in ogni modo di rincuorarmi e che mi capite, capite la mia tendenza a chiudermi a riccio, come se così facendo tutto ciò mi possa fare meno male...
Un abbraccio ad ognuna di voi e un grande grazie per la vostra continua e costante presenza...
.

52 commenti:

Cetty ha detto...

Non ci sono parole che possano aiutarti o lenire il tuo dolore. Posso dirti solo che puoi contare su di noi per un aiuto che, purtroppo, può essere solo morale ma che può essere indispensabile.
Il periodo che ti aspetta e' terribile, inutile nasconderselo, avrai bisogno di tutta la forza del mondo per farcela. Noi siamo qui, quando vuoi, come vuoi.
Ti abbraccio forte
Cetty

giovanna ha detto...

le nostre parole di conforto possono aiutarti solo moralmente lo sò ma ti siamo vicine.E' inutile negare che la strada che devi percorrere sarà lunga e faticosa,però vedrai che l'amore che hai per tua madre ti aiuterà ad affrontare questa durissima prova.ti abbraccio forte forte
Giovanna

Tua madre Ornella ha detto...

Io ho trascorso anche questo tuo calvario anni fa (perchè la vita...non mi ha risparmiato nulla...) sarà un periodo difficile, ma ti posso assicurare che quando lo ricordo è doloroso ma nulla a che vedere con lo strazio attuale.....
Devi fronteggiare con forza questo periodo, noi ci siamo!

Ti abbraccio
Ornella

Il pollaio di Pat ha detto...

cara MariaRosa,
ti sono tanto vicina e ti scrivo un msg pvt.
pat

quattromanicreative ha detto...

Non aggiungo nulla a quello già detto mille volte: mi farebbe piacere sentirmi utile anche fisicamente, sono abbastanza vicina da farlo. Chiama per qualunque cosa.
Anna

La botteguccia di Luisa ha detto...

Anch'io ti sono vicina..ma purtroppo la lunga distanza mi impedisce di abbracciarti forte, forte e consolarti, nel minimo che io potessi fare:-(.....Sii forte e, come tu già sai, anch'io ho dovuto subire questa difficoltà enorme...il Signore ti aiuterà!!!..Bacioni.LUISA.

stella ha detto...

Cara M Rosa ho vissuto questa brutta vicenda...mi rendo conto che è terribile.
Ma vedrai che pian pianino sarai in grado di affrontare le difficoltà che si presenteranno...ora sembra peggio di quello che sarà. Io ti sono vicina e ti abbraccio.

Raffaella ha detto...

Carissima Maria Rosa, mi dispiace tantissimo per ciò che sta accadendo a te e a tua madre.
Ti abbraccio forte forte
Raffaella

ღElyismagicღ ha detto...

Maria Rosa ti sono vicina con tutto il cuore tesoro.So' quanto dolore hai,vedrai che Dio ti dara' una mano ad alleviare il tuo dolore.Un abbraccio dal mio profondo del mio cuore!!!!!!!!

Becky Bloomwood ha detto...

sei forte e combattiva. E' normale che tu ora ti senta così: la notizia che ti hanno dato straziante e da luogo a mille preoccupazioni, ma vedrai che ce la farai. Sul lato pratico: parla con i dottori e fatti consigliare persone fidate che potranno aiutarti durante questo percorso. Sempre dal punto di vista del lato pratico hai la tua famiglia (marito e figli) dalla tua, fatti aiutare o anche semplicemente abbracciare per ricaricare un po' delle energie perse.
Un abbraccio forte, forte, forte!!!

Anna ha detto...

Carissima,certo sarà difficile ma l'amore che nutri verso tua madre ti renderà tanto forte da poter affrontare la situazione,piano piano, giorno dopo giorno,ti sentirai meno spaventata.Fatti aiutare fisicamente da qualcuno di fiducia,non cercare di portare tutto il peso della situazione da sola.E' possibile anche che,a casa,piano piano,tua madre riesca a recuperare più di quanto abbiano detto i medici.Ti abbraccio forte.

RobertaFrontini ha detto...

Carissima Maria Rosa:
Capisco che in questo momento sei in uno stato completamente confusionale. è normale, però sò che sei una persona buona è che le forze per aiutare tua madre verrano perchè sei una persona troppo dolce è che è sempre pronta ad aiutare...quindi non preocuparti...sò che ce la farai...al inizio sará dura, ma andrá tutto bene..ti abbracio forte forte...ti voglio molto bene...a presto...

guja ha detto...

Ti sono vicina...Un caro abbraccio ed una preghiera affinchè tutto si risolva per il meglio!!!Cristina

Lena ha detto...

Maria Rosa... è davvero un dispiacere per me leggere come ti senti e soprattutto non poter fare niente più di scrivere queste due parole... nonostante la lontananza ti penso sempre e ti sono vicina... cerca di tirarti su, sei forte lo stesso... è solo una cosa più grande di te... ti abbraccio forte e ti mando un bacione... sperando ke tutto vada un po' meglio... cmq, anche se totalmente fuori luogo, spero ke il tuo anno, iniziato così male, possa migliorare... Lena

melania ha detto...

tranquilla rosa! anche da sola potrai fare qualcosa x tua madre...
ti telefono...
un abbraccio.. p.s nn piangere più .. a tutto c è rimedio quando c è la volontà di farlo!!!

Katiuscia ha detto...

vedere la propria madre soffrire deve essere un'esperienza traumatica, ma sono certa che troverai in lei tutto l'amore di cui hai bisogno, perchè quello lo leggerai nei suoi occhi anche se non sarà più in grado di dimostrartelo! un abbraccio grande a entrambe! kati

fataltimone ha detto...

Buon anno! Che sia ricco di soddisfazioni e.. non dico felicità, sarebbe troppo, ma sicuramente di serenità che è già tanto! :-)
forza e coraggio..

vanda ha detto...

Un Abbraccio Vanda
Sono sicura che vce la farai baciiiiiiiiiiiiiii

pam ha detto...

Carissima Maria Rosa, ti mando un grandissimo abbraccio in questo momento così delicato, altro purtroppo non posso fare. Pam

Viola ha detto...

Un abbraccio grande grande....di fronte a queste cose tanti problemi diventano così piccoli e irrisori.....Coraggio che con l'aiuto dei tuoi cari riuscirai a dare alla tua mamma tutto il sostegno di cui ha bisogno.
Bacetti
Viola

Romy ha detto...

ogni parola che mi viene in mente mi sembra così banale... non c'è parola che possa essere di reale aiuto :-((( mi spiace tanto maria rosa... ti stringo forte forte!!!

countrygirl ha detto...

di certo non ti s può dire che il periodo sarà facile...non ti si può dire che non ti servirà tanta forza fisica e psicologica ma hai tante amiche su cui poter contare...e le parole spesso coccolano il cuore..un abbraccio..Iulia

Rita ha detto...

Ciao Maria Rosa ti mando un grande abbraccio!!!
Cerca di avere coraggio e vedrai che piano piano troverai in te la forza per affrontare questo brutto momento!!!!!!

milena ha detto...

Dolcissima MariaRosa coraggio a costo di sembrarti un disco incantato ti ripeterò sempre coraggio e forza.Vedrai pian pianino tutto prenderà forme diverse ma tu riuscirai con il tuo enorme amore a fronteggiare tutto, non dimenticarti di te riguardati allo stesso tempo,sai a cosa mi riferisco.Ti sono /ti siamo tutte vicine a farti scudo, un bacio affettuoso Milena a.

♥kiky ♥. ♥ ha detto...

Ciao come va??e da tanto che nn ci sentiamo, volevo augurarti buon natale e felice anno nuovo...passa da me qnd vuoi!kiss

IL Cielo di Praga ha detto...

vorrei dirti tante cose,in realtà anch'io mi sono sentita come te quando la mia mamma è stata male..i parenti sono un contorno la tua forza sei tu...non devi abbatterti ma rimboccarti le maniche e pensare che tua mamma anche se non autosufficiente capisce tutti i tuoi stati d'animo.la devi sostenere con i tuoi sguardi e le tue parole..devi starle accanto più che puoi..piangi quando sei sola,a letto il cuscino sarà depositario delle tue lacrime...io così facevo.un bacio

pierangela ha detto...

ciao Maria Rosa, ti sono vicina,e capisco il tuo dolore la stessa situazione l'avevo vissuta con mio padre, e se anche c'èra la mamma, lei non accettava la situazione per cui mi ero accollata il lavoro molto pesante di una persona non più autosufficente ed il dolore straziante nel vederlo in quella situazione.
se voi parlarne puoi chiamarmi al tel

ti abbraccio forte.

Lolli* ha detto...

Sei nei miei pensieri e ti stringo forte forte...Non posso fare altro..siamo lontane e ti dico FORZA...FORZA Maria Rosa..l'amore per i nostri genitori supera ogni scoglio...aiutala con amore..lei ne avrà giovamento e tu sarai sicura di far il meglio per lei in questa difficile prova..
TVB
Lolli*

HeartStitch Designs ha detto...

Maria Rosa, tesoro!!!
Forza, forza e ancora forza... noi siamo lontane purtroppo, vorremmo tutte darti una mano!
So bene, troppo bene, cosa vuol dire cercare aiuto nei parenti e non vedere all'orizzonte altro che nebbia, come dici tu...
Quando tua madre sarà a casa ci vorrà tanta rassegnazione e forza da parte tua, e quando sarai stanca e abbattuta vieni qui anche solo per qualche secondo... e ci troverai, anche se purtroppo solo virtualmente!!!!

rosanna ha detto...

Il primo pensiero che mi viene in mene, è che vorrei averti vicina in questo momento, per parlarti, tranquillizzarti e perchè qui, le parole risultano diverse.
Certo, la situazione non è facile, inutle nasconderlo, ci vorrà molta forza, ma anche,ricodalo sempre, tanta serenità nell'affrontare questa situzione, serenità cheti darà l'amore che nutri per tua madre.
Comincia a fare i giri per l'invalidità e l'accompagno,per avere da subito un aiuto.
So che è dura, che non si accetta vedere un genitore cosi, che non è semplice, eppure vedrai, che piao piano ci riuscirai, le parlerai, ti farà compagnia.
Se vuoi parlare, se hai bisogno basta che mi scrivi al'indirizzo mail, ti darò i miei dati.
Tu Maria Rosa, non abbabtterti,sii forte, ti abbbacioe vorreiche quest'abbraccio sia molto poco virtuale...
Ros

Paola ha detto...

Carissima Maria Rosa , leggendo il tuo post ho sentito una grande tristezza . Saperti così confusa e stordita per gli eventi recenti , per me è impossibile , visto che ti ho sempre immaginata allegra sorridente , solare e fiduciosa . Ma quello che ti è successo è terribile e non potevi reagire diversamente . Sono sicura che il Signore ti starà sempre accanto e , se lo cercherai costantemente, ti aiuterà e allevierà le tue sofferenze dandoti una forza fisica e interiore che forse credevi di non possedere .
Credi nei miracoli , credici fermamente e vedrai che questa terribile tragedia sarà solo un brutto ricordo e niente più .
Noi siamo tuttte con te !!!

Un grandissimo abbraccio
Paola

zigzago ha detto...

Ciao Maria Rosa, ti auguro tanta forza per afrontare questa situazione, con il mio pensiero e le mie preghiere ti sono vicino. Questa che stai passando è un incubo (e spesso ci penso visto che i miei genitori stanno così lontani),spero che presto passerà, ... non credo che ci sono tante parole, ... un abbraccio di cuore! Renata.

Country Nanny ha detto...

Cara Maria Rosa,
ti dico solo che ti voglio tanto bene e che ti sono vicina con il cuore, il pensiero e la preghiera.
Un abbraccio.
Elisa

gturs ha detto...

Difronte a queste realtà ci si sente impotenti ma sono sicura che riuscirai a organizzare tutto per il rientro di tua madre.
Per assistere una persona che non è autosufficiente bisogna essere preparati e sono sicura che riuscirai a trovare le persone giuste che te lo insegneranno.
Non posso fare altro che esserti vicina con il pensiero, ti abbraccio.
Roberta.

RED ha detto...

Solo due parole: forza e coraggio !
Ti sono vicina, almeno con il pensiero.
un abbraccio
Annarita

Mariarita ha detto...

Mariarosa sei una donna coraggiosa.
Perchè ammetti la tua confusione e il tuo smarrimento.
Non bisogna ergersi a super donne...ammettere i propri limiti e le proprie paure porta già ad un passo dal trovare la chiave per risolvere questo momento serio della vita.
Sarà difficile, sarà dura...ma ne verrai fuori.
Troverai personale specializzato o una struttura idonea ad ospitarla, che ti faranno sentire meno impotente davanti a tutto questo, che non è spiegabile.
Mariarosa prego per te, perchè tu possa trovare la forza necessaria per superare questo tunnel.
Mi raccomando non farti invadere dal buio...e se hai bisogno di sfogarti io sono sempre qui per te!!!
Un forte abbraccio, ti ammiro
tvb
Mariarita

Anonimo ha detto...

Quando prego, io prego sempre per tutti i malati ed i loro familiari perchè so cosa vuol dire essere malati o avere qualcuno che ami malato. Appoggiati e sfogati con gli amici, il dolore purtroppo non possono togliertelo, ma possono condividerlo con te e sostenerti.
Anche se non ci conosciamo ti sono vicina.
FioreS.

Laura ha detto...

Maria Rosa, scusami. Sono stata un po' lontana dal blog e leggo solo adesso quello che ti succede.
Mi dispiace tantissimo e capisco come ti senti. Ogni parola è inutile in questo momento ma ti vorrei abbracciare forte.

LOLA ha detto...

Querida MªRosa en estos momentos solo puedo mandarte fuerza y muchos animos desde España¡sé fuerte aunque es muy dificil!

adamus ha detto...

Ti capisco benissimo Cara Mariarosa..ma non disperare..come già Ti avevo detto,il cervello rappresenta ancora un grande mistero per la scienza..guarigioni imprevedibili sono possibili..coraggio! un abbraccione.

Lina-solopoesie ha detto...

M.Rosa
Scusa il ritardo, non sapevo nulla di questa disgrazia che ti ha colpito .
Putroppo , anche mio fratello nella sua vita non ha mai avuto nessuna malattia e poi all'improvviso è stato colpito da questo male, è stato operato 3 volto al cervello , ora ha pochi attimi di lucidità..ma e un vero strazio .
Ha 59 anni due figli.
E come ti ha detti Adamus il cervello rappresenta ancora un grande mistero per la scienza..
Addiritture non hanno dato un nome a questo ti sono vicina col cuore .
TI ABBRACCIO CON TANTA AFFETTO
LINA

AbcHobby.it ha detto...

cara amica
mi spiace leggere tutto questo... ma sappi che ti abbraccio forte""

un bacio eli

Paola ha detto...

Non posso dirti altro che ti sono vicina e che comprendo perfettamente come tu possa sentirti: sono situazioni in cui uno spera di non trovarsi mai... Coraggio amica mia; sono certa che ce la farai: non abbatterti e quando non ne puoi più, pensa alla tua dolcissima nipotina, al suo sorriso e vedrai che troverai nuova forza.
Un bacio, con tanto affetto

Scarabocchio ha detto...

Mi unisco anche io al girotondo di solidarietà che ti sta abbracciando forte!
Non aggiungo altro... non saprei che dire... sono molto dispiaciuta per te!
Un bacio!

Many ha detto...

Cara Mariarosa...che dire? Proprio da oggi ho ripreso contatto con i blog, ho letto il titolo del tuo e mi sono fiondata a leggere. Siamo lontane purtroppo e non posso aiutarti concretamente, ma virtualmente ti abbraccio e provo a mandarti forza e coraggio perchè da questo momento ne avrai bisogno. Ma sono certa anche che ce lafarai, il tuo smarrimento è normale ha ragione Mariarita, non siamo superdonne!!! Ma donne normali che a volte si ritrovano a fronteggiare situazioni più grandi di quel che si crede possibile poter sopportare. Pensa alla tua nipotina, che è la tua gioia e la tua speranza, non ti abbattere, piano piano troverai la giusta soluzione, in barba a tutti quelli che non ti saranno di aiuto!
Forza Mariarosa, noi siamo tutte con te!!! Un abbraccio fortissimo
Many

Laura ha detto...

Ancora un abbraccio

Dori ha detto...

carissima Mariarosa, mi dispiace tantissimo per la situazione e per come ti senti, Vorrei esserti di aiuto ma la lontananza mi concede solo un sostegno morale. Prova a parlare con i medici e chiedi che ti consiglino personale qualificato che possa aiutarti, con tutto l'impegno e l'amore che tu ci metti non potrai fare da sola. Ci sarà sicuramente bisogno di fioterapia e di altre cure specifiche, chiedi in tutta tranquillità e vedrai che sapranno consigliarti.Inoltre di solito il proprio ambiente da una grossa mano, vedria che ritrovarsi a casa aiuterà molto la tua mamma.un grosso abbraccio Dori

Vale ha detto...

Ciao Maria ROsa, è inutile dirti che sono dispiaciutissima per voi e che vi sono vicina, sarà dura, molto dura affrontare tutto questo! Ti posso portare però un esempio positivo: una cara amica di famiglia ha avuto la mamma colpita da un gravissimo ictus, dopo aver passato molti giorni in fin di vita, si è salvata ma con una gravissima invalidità. Dopo un po' l'hanno dimessa dall'ospedale e anche per la nostra amica è cominciato il panico, unito al dolore e alla rabbia. Con la grande forza che noi donne abbiamo, è riuscita a tirarsi su, si è rivolta a un centro specializzato per l'assistenza alle persone non autosufficienti e nel giro di qualche mese è riuscita a ristabilire un equilibrio nelle loro vite. Vite rivoluzionate, ma vite. Adesso, a distanza di quattro anni, questa signora ha fatto grandissimi progressi e, pur non avendo riottenuto l'autonomia, conduce una vita più che dignitosa e riesce a fare da sola alcune cose semplici, ma importantissime. Riuscirete a superare tutto questo, vedrai... sarà dura, ma ce la farai, ne sono sicura!

manu ha detto...

Mariarosa io credo che ora sia piu' che normale che tu ti senta cosi', ohhh ce ne vuole di tempo per assimilare e d iniziare a "digerire" un'enormità del genere..ma poi a mano amano , per forza , tu riuscirai a districarti e a reagire...ora pare impossibile ma nn siamo delle macchine, abbiamo bisogno di tempo, di tirare il fiato per qualche momento e poi rimboccarci le maniche ed agire..Certo non ti consola sapere che ci sono tantissime persone nella tua situazione ma di sicuro credo saranno in grado di consigliarti per il meglio, di darti le dritte giuste per far si che l'impatto di questa tremenda disgrazia sia meno traumatico possibile e che tutto inizi a filare per ilverso giusto,: quello che invece non cambierà sara' la grande tristezza, angoscia, anche rabbia magari che accompagneranno i giorni tuoi e dei tuoi familiari perche' una cosi' brutta cosa uno pensa : ma perche' proprio a lei, una persona che aveva già sofferto molto...non bastava?
Ora come ora credo che chiuderti a riccio sia una normale reazione, in questi casi non si ha voglia nememno di respirare, ma poi vedrai che ne avvertirai tu stessa il bisogno, parlare anche se non risolve , alleggerisce un po' il cuore e credo che nel nostro piccolo, noi da qusta parte del monitor cercheremo di aiutarti come meglio potremo tesora...
Manu

Ely ha detto...

Maria Rosa ciao cara ti scrivo anche qui perchè la mail mi torna sempre indietro.... ho provato 7 anni fà quello che tu stai provando con la tua mamma.... sembra un incubo ma poi ti assicuro che ce la farete ci vuole impegno, buona volontà, fermezza, e pochi cedimenti... lo sò è terribile.... io e la mia mamma ne abbiamo passate di tutti i colori compresi i dottori che ci dicevano che il mio papà non avrebbe più camminato... due emorragie celebrali in due giorni e la paralisi completa della parte sinistra... ma ora ce l'ha fatta... la sedia rotelle la usa ma in cas si muove con il tre piedi.... legge, parla e la sua testa e quasi come prima.... se hai bisogno scrivimi la mia mail è questa eliscrap@gmail.com e abbiate fiducia nel mio papà i miglioramenti sono stati molto lenti nel giro di 2 anni ma ora è davvero tutta un'altra cosa... non perdere la speranza e si anche molto dura a volte loro non hanno la volontà di fare le cose perchè sembra a loro molto faticoso... vedrai che ce la farete.... un grosso grosso abbraccio e tante preghiere Ely

Susanna ha detto...

Cara Maria Rosa, non posso che essere vicina a te e a tua madre. So benissimo come una malattia invalidante possa distruggere non solo chi ne è affetto ma anche chi gli sta accanto. C'è un solo modo: devi farti coraggio. Pregherò per te.

Cetty ha detto...

So bene come ti senti e ti sono vicinissima,conta pure su di me!!Cetty